martedì 15 maggio 2018

Optimism is my best defense.



"Se camminassimo solo nelle giornate di sole non raggiungeremo mai la nostra direzione"
P.Coelho


Coelho la sa piuttosto lunga.

Da qualche mese a questa parte sto segnando su una piccola agendina delle frasi, frasi che mi piacciono, che non sono strettamente legate a qualcosa di particolare, alcune sono di canzoni, altre che prendono spunto e possono essere motivazionali per me, quando ci sono giorni gnì e gno.
Capitano giorni che rileggo queste frasi e mi ritrovo sempre più vicino alla convinzione che sia giusto. Queste frasi significheranno qualcosa, non so, qualche buona parola serve,no? Mi sembrano tipo dei mantra, dei mantra che dovrei leggere quando le giornate di merda chiamano e tu non vuoi rispondere. Una frase importante, oltre a quella citata è di Seneca: " Impara a piacere a te stesso. Quello che pensi tu di te stesso è molto più importante di quello che gli altri pensano di te". Ecco, questa frase oggi mi risuonava come una campanella. Oggi mi sono vista con una mia amica che si è trasferita più di 4/5 anni fa. Mi ha chiesto di parlare di me, di raccontarmi, il fatto è che.. non sono abituata, abituata a questa cosa di raccontarmi. Sono fatti che mi mettono a disagio, spiegarmi per me ha sempre creato una sorta di fastidio. Io ascolto, ascolto le persone, ma non mi sbilancio mai, non mi piace raccontarmi. Anche perché forse erroneamente credo che non ci sia niente da dire. Raccontarmi a volte, mi fa anche male,perché fa uscire cose di me che probabilmente avevo seppellito. 
Io sto bene, sto bene perché alla fine ho fatto (abbastanza ) pace con me stessa. E questo conta. Sulla mia autostima ci si lavora, sempre.

Tra 20 anni non sarete delusi delle cose che avete fatto, ma di quelle che non avete fatto,levate dunque l'ancora,abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle nostre vele. Esplorate, sognate e scoprite. Banana Yoshimoto.

vostra Phì. 

6 commenti:

  1. Ognuno ha i suoi tempi per aprirsi, non ci si apre con tutti soprattutto quando bisognerebbe raccontare cose che ci fanno stare male! Felice della tua pace con te stessa, è un bellissimo traguardo, per il resto si migliora sempre! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che più di tempistiche, sia la volontà di qualcuno di volerlo fare e che la situazioni che si crea i induca a farlo. Io mi sono resa conto che non ci tengo a farlo, riflettendoci,rifiuto proprio l'idea. Ti ringrazio Federica, ci provo costantemente a far pace con me stessa. Fa bene. E hai ragione, si migliora sempre.

      Elimina
  2. Parlare di se stessi fa bene ma sono anche dell'idea che ci sia tempo e luogo, e soprattutto persone, per aprirsi. Nemmeno io sono tipa da prendere e raccontare tutto con una persona che non vedo da tempo, magari nella classica occasione del "Hey tutto bene tu come stai, che fai di bello?". In quelle situazioni rispondo solo "Tutto bene". e spesso basta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sus! Quanto hai ragione. Più che altro la cosa che mi irrita il sistema nervoso, è che mi si mette alle strette, siccome sono quella che fa fatica a parlare di me, di quello che mi capita, inutile che mi metti una certa pressione nel chiedermi X e Y. Poi mi decido di parlare e vengo interrotta, cioè mi sento presa per il fondello. Anch'io come te, rispondo sempre così, però ahimè le mie espressioni facciali ingannano se mi conosci lievemente. Mannaaaaggiua!

      Elimina
  3. Io la penso come Susanna, qui sopra.
    Mi piace parlare di me solo con poche e selezionate persone. Siamo troppo preziosi per venderci al miglior offerente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei sempre la più intensa! L'ultima frase me la tatuerei sulla fronte!

      Elimina